Thursday, 20 January 2022

L'articolo 18 del decreto legge 8 aprile 2020, n. 23 regolamenta la sospensione dei versamenti tributari e contributivi. Vediamo le misure.

Attenzione ai mesi di aprile e maggio 2020. Il dl liquidità, infatti, prevede la sospensione dei versamenti tributari e contributivi per determinati soggetti che rispecchino alcuni precisi requisiti. Ecco quanto previsto dall'articolo 18 del decreto legge 8 aprile 2020, n. 23.

E' prevista la sospensione di Iva, ritenute e contributi per i soggetti con un calo del fatturato di almeno il 33% per ricavi/compensi sotto i 50 milioni e di almeno il 50% sopra tale soglia. Sono sospesi in ogni caso i detti versamenti per i soggetti che hanno iniziato ad operare dal 1° aprile 2019.

Per i residenti delle 5 province più colpite (Bergamo, Brescia, Cremona, Lodi, Piacenza), è prevista la sospensione del versamento Iva se il calo del fatturato è di almeno il 33% a prescindere dalla soglia di fatturato dei 50 milioni. Il provvedimento prevede la ripresa dei versamenti a giugno, con la possibilità di rateizzazione in 5 rate.

La sospensione delle ritenute d'acconto sui redditi da lavoro autonomo prevista dal decreto "Cura Italia" viene estesa anche alle scadenze di aprile e maggio. E' poi esteso al 16 aprile il termine per i versamenti in scadenza il 20 marzo scorso e la scadenza per l'invio della Certificazione Unica è stata prorogata dal 31 marzo al 30 aprile.

Pin It

Post Più Letti

By Fortunato Santise Mag.10

Come rendere più veloce il PC

By Fortunato Santise Apr.08

Come difendersi dalle truffe digitali

By Fortunato Santise Mar.16

Bonus Mobili ed Elettrodomestici 2021